LE ORIGINI DEL RAGDOLL

La razza Ragdoll è immersa nel mistero, tanto da crearsi una vera e propria leggenda attorno ad essa.

La signora Ann Baker contribuì a creare una sorta di magia e mistero su questi meravigliosi gatti. 

 

La Baker, infatti narrava che la gatta Josephine, nel 1963 fù investita da un'auto, portata alla vicina università, fù sottoposta a trattamenti sperimentali, con esperimenti scientifici, manipolazioni genetiche ed infine ad ibridazioni aliene. Dopo questo avvenimento i cuccioli della gatta erano molto docili e molli presi in braccio, si rilassavano, la Baker affermava che da questa cucciolata ebbero origine tutti i Ragdoll.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Baker viveva a Riverside, California ( USA ), e fonda l'allevamento Raggedy Ann, creando un interesse verso questa razza attraverso le sue fantasie.

Josephine, una gatta bianca a pelo lungo, non fù mai di proprietà della Baker e non conobbe mai i padri dei cuccioli che utilizzo per creare il primo gruppo di ragdoll.

I signori Pennels ospitavano nella propria fattoria Josephine, che era una  gattina semirandagia e che in realtà non fù mai investita , Ann creò volontariamente questa versione. Infine,la povera Josephine fù abbattuta dal signor Pennel, per i continui litigi con il cane di casa. 

 

 

 

 

 

Non si sà se furono regalati o venduti i cuccioli che la Baker utilizzo, presumibilmente la Beker prese dai Pennels un maschio nero solido di nome Blackie, da far accoppiare con i suoi persiani, ma la signora Pennel smentì quello che si evince da alcuni pedigree che vedono Blackie padre di Daddy Warbuck,  dicendo che erano figli di Josephine, ma aventi padri differenti.

Daddy Warbuck fù notato dalla Baker in una successiva visita alla fattoria dei Pennels, per il meraviglioso carattere, la grande mole, il pelo semilungo dal point guantato simile al Sacro di Birmania, tanto che lo scelse come padre fondatore di tutti i ragdoll. La Baker gli affiancò una gatta dal colore marrone solido,in possesso di una vedova di un predicatore, chiamata Buckwheat, che era di una precedente cucciolata.

A questo gruppo iniziale Ann aggiunse una figlia di Josephine e Daddy Warbucks, di nome Fuggianna e dal colore seal point bicolore; questa fù l'ultima cucciolata di Josephine.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I PRIMI PASSI

La Baker in base all'aspetto esteriore, divise i gatti in due gruppi, il " ramo scuro " detto DARK LINE, dalla solida Buckwheat,  ed il " ramo chiaro " detto LIGHT LINE dalla pointed Fuggianna.

L'idea della Baker era alquanto strana, ma nell'estate del 1965 ottinne i primi cuccioli da Daddy Warbucks e Buckwheat, nella cucciolata si notavano due cuccioli  colorpoint e due neri solidi, quest'ultimi, Guber e Mitts, furono registrati come persiani sperimentali, invece la femmina chocolate colorpoint  Raggedy Ann Tiki ed il maschio seal mitted Raggedy Ann Kyoto, furono registrati come Ragdoll presso la NCFA nel 1966; ecco, era nata una nuova razza, incentrata sui geni POINT.

I gatti solidi molto probabilmente furono usati da Ann per diluire la consaguineità, ciò nonostante, registrò sempre solo i point, in quanto non si evince in nessun ragdoll del gruppo originale la presenza di solidi.

L'EVOLUZIONE DELLA RAZZA

L'evoluzione della razza non fu per niente facile, la Baker, dopo la costituzione del gruppo base, inizio ad elaborare un metodo di allevamento, che verrà espresso attraverso il libro IRCA ( International Ragdoll Cat Association) del 1978, testo fuori dai comuni schemi, molto mistico e visionario; in esso la Baker passava da una creazione aliena, fino negli anni 80, ad una creazione divina ( i cosidetti cherubini ).

Il metodo prevedeva di accoppiare i cuccioli nati per 8 generazioni con lo stesso maschio, causando, per l'estrema consanguineità, diversi problemi di salute, ma nessuno seguì il metodo ad iniziare dalla Baker.

Gli allevatori, oltre ad non riuscire nella realizazione del medoto, presentavano contratti vincolanti, avendo la Baker l'esclusiva della razza e per tale ragione la stessa non esitava a ricorrere a vie legali. Ciò fa comprendere come, se tutto fosse rimasto nelle mani della Baker, la razza  Ragdoll come si conosce adesso non sarebbe mai esistita.

La razza si sviluppo per opera di altri allevatori dalle competenze maggiori, infatti la Baker introdusse nuovi colori e razze nuove ,per creare quella che lei riteneva la sua esclusiva economica, ma nonostante ciò non raggiunse mai lo status di una nuova razza.

Pur sempre  la Baker gettò le basi, ma facendo accoppiare Tiki con il fratello Kyoto, ottenendo le femmine Toy Ling, Bambie e Toy Sue, ed i maschi Kookie Too e Kookie.

Per stabilizzare la razza i cuccioli furono riaccoppiati, in questo modo si stabilizzarono due varietà, il colorpoint ed il mitted.

La varità true bicolor si stabilizzò solo successivamente.

 

Nel 1969 i coniugi Dayton visitarono l'allevamento Raggedy Ann, dopo aver visto un annuncio sul giornale,  acquistarono Raggedy Ann Rosie, femmina seal mitted, ed un maschio seal colorpoint di nome Raggedy Ann Buddy.

I coniugi fondarono l'allevamento Blossomtime e dopo un anno nacquero i primi cuccioli, essi avvisarono quindi la Baker, che li denunciò, ma non avendo,per distrazione, fatto firmare ai coniugi alcun contratto , perse la causa legale.

Grazie a questa sconfitta ed alle numerose pressioni e restrizioni della Baker, gli altri allevatori cedettero i propri ragdoll al Blossomtime.

I Dayton svilupparono la razza, così per 25 anni ricostruirono e redassero i primi registri delle nascite, tutto manualmente; ciò, ha permesso l'affermazione della razza presso le principali associazioni feline che la riconoscono come tale.

 

 

Le regole di accoppiamento dei Dayton permisero di avere le tre varietà dei ragdoll e  uno standard di razza.

Secondo i Dayton le varietà sono date da un gatto a colorazione point che dà origine alle  varietà point, mitted e bicolor a tutt'oggi riconosciute dalle associazioni.

Le capacità dei Dayton misero in crisi la Baker, anche i suoi seguaci iniziarono a dubitare della stabilità della stessa.

L'IRCA si trovò così in un momento buio dalla sua fondazione, specie quando, nel 1993, gli allevatori Kim Clark Baker, Curt Gehm ed Janet Klarmann, cercarono di assumere il controllo della stessa ma senza successo.

Nacque un gruppo di allevatori che diedero il nome di Ragamuffin ad i loro gatti , accettando tutti i colori e tutte le varietà (  mink, sepia, solidi, point ), incrociandoli anche con altre razze, raggiungendo il titolo di razza sperimentale nel 2010, riconosciuta esclusivamente dall'ACFA. 

 

L'ESPANSIONE DELLA RAZZA

I Ragdoll, sempre più amati grazie ai coniugi Dayton, portarono la Baker in banca rotta ed il suo contributo iniziale non servì per accrescere la razza successivamente.

L'allevamento Raggedy Ann negli anni 80 non esisteva più. La Baker dichiarò che furono avvelenati tutti i suoi gatti dagli allevatori che volevano il controllo dell'IRCA. In seguito la stessa Ann creò il gruppo dei Cherubini, formato da più razze con fondatrice Josephine e fondò il Miracle ragdolls ( ragdoll solidi ), usando persiani  accoppiati con i ragdoll, gatti solidi dal nome Honeybear, che non ebbero nessuna evoluzione.

 

Altro allevamento famoso fu Ragnarok, nato nel 1977 grazie a dei ragdoll ricevuti dalla Baker come saldo dei debiti della stessa verso gli Avvocati Georgann e Dadid Chambers, a causa dell'azione legale nei confronti del Blossomtime.

Non fu facile uscire dall'America , causa i costi elevati del trasporto e della necessità di  quarantena. Tutto questo fù possibile grazie a due amiche , Pat Brownsell e Lulu Rowsley, che vivevano in Inglilterra e che portarono dall'allevamento Blossomtime i capostipiti in Europa, essendo esperte di genetica ed allevamento felino.

Le stesse così fondarono due allevamenti , il Patriarca e l'Allevamento Petit Lu, inoltre proprio Lulu Rowsley, nel 1984, dimostrò la presenza del Chocolate e del Lilac, accoppiando Blossomtime Bananas che secondo la stessa era un Lilac , con una burmese tortie lilac di nome Pastel; da questo accoppiamento nacquero sei cuccioli lilac solidi.

Le due allevatrici si dedicarono molto ai colori ed alla tessitura del pelo , per questa ragione, nel 1985, una femmina della cucciolata fu fatta accoppiare con Ragfearless Fred , un chocolate bicolor, introducendo così il colore rosso/crema nei ragdoll.

Dalla collaborazione dei due allevamenti nacque la fondazione Ragdoll Club UK e successivamente, grazie ad essi il ragdoll raggiunge  anche l'Australia, ed l'Italia negli anni 90.

Raggedy Ann Fuggianna

Daddy Warbucks

Buckwheat

Josephine

I coniugi Dayton fondatori del Blossomtime

© 2023 by The Animal Clinic. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now